Posts Tagged ‘teatro cilea’

h1

La consegna del San Giorgio d’oro: premiati dodici reggini

aprile 26, 2010

di Noemi Azzurra Barbuto

Un teatro gremito di illustri personalità dell’universo istituzionale, economico e sociale della città in riva allo stretto ha fatto da cornice alla consegna del San Giorgio d’oro, manifestazione ormai iscritta nella tradizione cittadina, celebrata in occasione della festa di San Giorgio, patrono della città di Reggio Calabria, e svoltasi ieri mattina all’interno del teatro “Francesco Cilea”.

La premiazione, giunta quest’anno alla sua quinta edizione, vuole costituire un riconoscimento, per il loro costante impegno speso in favore del nostro territorio, nei confronti di dodici cittadini, scelti tra reggini che si sono distinti ed altri personaggi non reggini che hanno contribuito a dare lustro alla città con la loro attività, esportandone anche all’estero un’immagine positiva.

Soddisfatto per l’ottima riuscita della manifestazione il consigliere delegato Giuseppe Agliano, presidente del Comitato per le Celebrazioni in onore di San Giorgio.

A dare ulteriore solennità all’evento, la prestigiosa esibizione del gruppo Rhegium Brass Orchestra, composto dagli studenti, tutti tra i 10 ed i 18 anni, del centro territoriale permanente della scuola media “De Gasperi” e guidato dal maestro Roberto Caridi.

Le note dell’orchestra hanno segnato l’inizio non solo della cerimonia di premiazione ma anche della festa delle bande musicali all’interno delle celebrazioni in onore del Santo Patrono della città di Reggio Calabria, che proseguiranno nei prossimi giorni.

Sul palco, avvolto dalla tradizionale fascia tricolore, a consegnare i premi, realizzati dal maestro Gerardo Sacco, un malinconico ma soddisfatto sindaco Giuseppe Scopelliti, neo governatore della Regione Calabria.

«Sono qui con la fascia tricolore, sebbene voi vogliate portarmela via –ha dichiarato ironico Scopelliti– io me la tengo stretta, perché ne sono molto legato».

Non è facile abbandonare il ruolo di sindaco dopo otto anni «bellissimi, intensi, pieni di difficoltà e di soddisfazioni», così li ha descritti il presidente.

Ed è in quest’atmosfera nostalgica che sono stati insigniti Bartolo Bonavoglia, imprenditore reggino nell’ambito dell’alta modo, Joe Cappello, amministratore delegato di Air Mailta, Domenico Falzea, arbitro di serie A, Giuseppe Filianoti, tenore di fama internazionale, Francesco Gazzani, ex-comandante provinciale della Guardia di Finanza, Libero Lo Sardo, presidente nazionale dell’Associazione Carabinieri, Antonio Morabito, diplomatico, Francesco Musolino, ex-prefetto reggino, Paolo Pagnottella, presidente nazionale dell’Associazione Marinai, Mimmo Praticò, presidente regionale del CONI, Giuseppe Reale, ex-sindaco di Reggio, e Leonardo Simonelli Santi, presidente della Camera di Commercio Italiana a Londra.

A mitigare la malinconia di cui era intrisa l’aria, il felice augurio che il Sottosegretario al Ministero degli Esteri Scotti ha voluto porgere dal palco a Scopelliti nonché ai calabresi tutti.

«Ti auguro di essere un punto di riferimento – ha affermato Scotti rivolto al sindaco – per la rinascita del Mezzogiorno, nell’ambito dell’integrazione tra il Mediterraneo e l’Europa», processo che può realizzarsi, secondo il Sottosegretario solo a patto che giunga, da parte delle popolazioni del sud, una spinta propulsiva e determinante.

«Abbandonare la rassegnazione», è questo infine il consiglio che Scotti dà ai calabresi, perché questi «possono tracciare per tutto il Paese un nuovo cammino».

h1

Gocce di vita: musica, memoria e solidarietà al teatro Cilea

dicembre 8, 2009

di Noemi Azzurra Barbuto

«Non è solo un concerto, ma un abbraccio tra musica, memoria, solidarietà e speranza», con queste parole Rosetta Neto, presidente della fondazione “Italo Falcomatà” e moglie dell’ex-sindaco, ha presentato, nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri mattina nella sede della fondazione, la serata di musica “Gocce di vita”, diretta dal maestro Gian Rosario Presutti, che si terrà mercoledì 9 dicembre alle ore 21 al teatro “Francesco Cilea”.

Accanto a lei il figlio, Giuseppe Falcomatà, e Tonino Nocera, responsabile del settore cultura della fondazione.

Il concerto riproporrà le colonne sonore di celebri film che hanno fatto la storia del cinema, tra questi “Il gladiatore” di Ridley Scott, “Il postino” di Michael Radford, “Il mago di Oz” di Victor Fleming, “Colazione da Tiffany” di Blake Edwards; «ma anche – ha precisato Pasquale Faucitano, primo violino dell’orchestra del teatro Cilea – musiche da balletto di Pyotr Ilyich Tchaikovsky».

L’evento, organizzato con il sostegno della Regione, della Provincia e del Comune di Reggio Calabria, è diventato ormai un appuntamento fisso, che si ripete quest’anno per l’ottava volta, per celebrare l’anniversario della prematura scomparsa di Italo Falcomatà, avvenuta nel dicembre del 2001, coniugando i valori della musica e della solidarietà.

L’incasso della serata, infatti, sarà interamente devoluto alla Casa Corigliano di Villa San Giovanni, «una struttura residenziale socio-assistenziale, sviluppata su due piani e fornita di giardino – ha spiegato Alfonso Canale, segretario della Caritas Diocesana di Reggio Calabria ed amministratore della struttura – che ospita uomini con problematiche di tipo psichiatrico privi di un nucleo familiare che li accolga, al fine di favorirne il reinserimento sociale nel territorio attraverso lo sviluppo delle loro attitudini».

Sorta alla fine degli anni ’80 e recentemente ristrutturata, consentendo adesso l’accoglienza di dodici ospiti, Casa Corigliano «nacque come una scommessa – ha raccontato don Nino Pangallo – in un momento in cui, dopo la chiusura del manicomio, nessuno si interrogava sul futuro dei disabili mentali».

Una scommessa vinta con successo, dal momento che Casa Corigliano rappresenta un luogo in cui i disabili mentali possono trovare quel clima sereno e familiare, basato su un rapporto duraturo con gli operatori, che risulta fondamentale nel trattamento di questo tipo di malattie, che, come ha sottolineato il sacerdote, riguardano sempre di più i giovani.

Dunque, un’occasione non solo per ricordare un uomo politico che si è dedicato con amore alla nostra città, ma anche per lanciare un messaggio sociale da non dimenticare attraverso «le note musicali che – ha affermato Neto – mantengono viva la memoria, risvegliando in noi emozioni, ricordi, frammenti del nostro vissuto».

h1

“Correre con la farfalla”: musica e solidarietà al teatro Cilea

novembre 21, 2009

di Noemi Azzurra Barbuto

È la farfalla, emblema di trasformazione e di rinascita, il simbolo di una importante iniziativa a scopo benefico promossa dall’Associazione Contrappunti Onlus di Reggio Calabria, da RTV e dalla scuola media “Scopelliti-Green” di Rosarno, che, con la collaborazione della Concert Band di Melicucco e del maestro Pasquale Faucitano, violinista, organizzano il concerto “Correre con la farfalla, gara di solidarietà”, che si terrà presso il teatro Francesco Cilea mercoledì 25 novembre alle ore 21.

L’incasso del concerto, diretto dai maestri Maurizio Managò e Gaetano Pisano, sarà interamente devoluto alla clinica “Petite Massues” di Lione, dove M. C. P., minore della provincia di Rosarno affetta da paresi cerebrale infantile, dovrà recarsi per affrontare una degenza di sei mesi, successiva all’intervento legato alla sua patologia, indispensabile affinché la ragazza non rischi di trascorrere tutta la sua vita su una sedia a rotelle.

Il costo complessivo dell’operazione e della degenza è di 80,000 euro, cifra eccessivamente onerosa per una sola famiglia, ma che, con un piccolo contributo da parte di ciascuno di noi, può essere facilmente raggiunta.

«Un momento importante per l’intera città. Invito tutti quanti a partecipare all’evento sia per la qualità musicale elevatissima sia per la causa, che riguarda un minore», con queste parole Eliana Moscato, rappresentante Contrappunti Onlus, ha presentato l’iniziativa nel corso della conferenza stampa tenutasi venerdì 20 novembre, presso il Palazzo della Provincia e alla quale hanno preso parte anche i maestri Maurizio Managò, direttore artistico di Contrappunti, Alessandro Carere e Pasquale Faucitano.

Secondo Managò, «musica e solidarietà rappresentano un binomio capace di trasmettere un messaggio incisivo e penetrante, che può essere facilmente colto da tutti».

Dopo avere anticipato la preparazione di alcune sorprese per la speciale serata del 25 novembre, Carere ha evidenziato il fatto che «i ragazzi della Concert Band di Melicucco, gruppo tra i più importanti nel panorama musicale meridionale, hanno mostrato una straordinaria voglia di lavorare e di fare buona musica».

Faucitano, che eseguirà un brano che prevede l’ingresso del violino solista e che verrà eseguito per la prima volta in Italia, ha affermato che «questo concerto rappresenta un opportunità unica, soprattutto perché non possiede soltanto lo scopo di fare buona musica ma anche di aiutare chi ne ha bisogno».