h1

Gli uomini possono cambiare?

giugno 21, 2011

di Noemi Azzurra Barbuto

Lo diceva anche Mia Martini e ne era tanto convinta da farci una canzone, diventata famosa, sull’argomento, «Gli uomini non cambiano». E forse, in fondo, lo sappiamo tutte, anche se ce ne dimentichiamo quando ci innamoriamo. A chi di noi non è capitato di amare un uomo e di volerlo cambiare? Non importa che età abbia, da quanto tempo stiamo insieme, quale sia il suo “handicap” da volere modificare, ogni donna è convinta, quando è innamorata, che l’uomo che ama per lei migliorerà e che sia solo questione di tempo.

Così ognuna si aspetta che l’eterno farfallone scopra il piacere della monogamia, che l’incorreggibile Peter Pan si decida a crescere, che il bugiardo incallito ad un tratto si trasfromi nell’uomo più sincero al mondo, e così via.

Spesso noi donne portiamo avanti per anni delle storie nel presupposto che le cose cambieranno. Il vero guaio si verifica però quando ci trasciniamo dietro per la vita, come una zavorra, un rapporto che ci fa solo soffrire, nel tentativo, destinato sempre a fallire, di vedere migliorare l’uomo che ci sta accanto.

Le donne sono le creature più testarde del creato. Affronto questo argomento anche nel mio libro, “Ali di burro”, dove la frase «gli uomini non cambiano mai» ricorre spesso fin dalle prime pagine ed in cui scrivo: «Voler cambiare un uomo, in fondo, è voler cambiare la realtà, non accettarla. È quasi un delirio di onnipotenza. Alla fine, lui non conta più niente, ciò che conta è vincere questa battaglia con noi stesse e con la realtà delle cose. Ci buttiamo contro il muro fino a quando non cadiamo a terra, ci distruggiamo, perché siamo idealiste, perché siamo testarde, perché siamo fragili ed incorreggibili. Alla fine, moriamo come delle eroine».

Non sono poche le donne che io ho conosciuto che hanno buttato via la loro vita, i loro anni più belli, nel tentativo e nell’attesa di vedere cambiare il proprio compagno e realizzare così il proprio sogno d’amore perfetto. Tutto ciò che ne hanno ottenuto è stato cambiare loro stesse. In peggio.

Sì, perché mandare avanti storie sbagliate, rapporti che non ci rendono felici, che ci fanno soffrire, nuoce gravemente alla salute, sia quella fisica che quella psichica. Ci peggioriamo, consumiamo parte della nostra luce, perdiamo sempre. Mi chiedo e vi chiedo allora: ma ne vale la pena?

Bisogna arrendersi alla realtà, all’evidenza delle cose, alla verità, all’impossibilità di cambiare il mondo. Insomma, noi non siamo Dio, perché sforzarci di esserlo?.

È vero che gli uomini, quando si innamorano, diventano migliori, ma questo non significa “diversi”. Se una storia ci fa stare male, è molto probabile che sia una storia sbagliata per noi. Ed in questo caso è molto meglio porvi fine senza aspettare per vedere se lui cambierà.

Il cambiamento più duraturo che ho visto compiere ad un uomo è stato sempre preceduto dalle lacrime e dal rimpianto ed è stato lungo una settimana.

Non esistono solo gli uomini sbagliati. Esistono anche gli uomini giusti. Quelli che non vorremmo diversi, quelli che ci fanno stare bene e che ci rendono felici, nonostante le difficoltà della vita. Per questo non trascuro mai di sottolineare che se, da un lato, è sempre impossibile cambiare un uomo; dall’altro, è sempre possibile cambiare uomo.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: