h1

Le combinazioni alimentari: mangiare di tutto senza ingrassare

ottobre 30, 2009

di Noemi Azzurra Barbuto

alimenti1

Cambiano i tempi, cambiano le mode e con essi cambiano anche le diete. Abbiamo avuto quella del gelato, quella della banana, la dieta iperproteica, quella del minestrone, la dissociata, quella del limone, dell’uva, della pasta. Tutte, in fondo, poco bilanciate sotto il profilo nutrizionale, dal momento che dare ampio spazio a un unico alimento comporta inevitabilmente togliere spazio ad altri cibi importanti, favorendo in tal modo delle carenze nutrizionali, che alla lunga possono costituire un grave danno per la nostra salute.

Se queste diete portano a risultati, questi non saranno probabilmente duraturi, visto che i chili persi in modo sbagliato e troppo velocemente si recuperano con altrettanta rapidità. Inoltre, spesso capita che le privazioni, a cui questi regimi alimentari ci costringono, spingano il nostro stomaco offeso a riscattarsi dalle sofferenze patite non appena l’esigenza diventa incontenibile.

Il dimagrimento provocato da questo tipo di diete deriva non dalla qualità delle stesse, bensì dal fatto che ci si è nutriti a lungo principalmente di un unico alimento.

Possiamo ingannare la nostra mente, ma difficilmente riusciremo ad ingannare il nostro corpo. Ed ecco che a un lungo digiuno esso risponde e reagisce con l’accumulo di grasso, utile come riserva nei periodi più “magri”, tutto questo chiaramente a discapito della nostra linea e della nostra salute.

Il digiuno risulta particolarmente pericoloso anche perché può alterare il nostro rapporto con il cibo.

Si tratta di meccanismi legati alla sopravvivenza, perché il nostro corpo è come una macchina perfetta, complessa ed efficiente, che si autoregola e tende a preservarsi.

Ecco perché molti nutrizionisti sostengono che nella scelta degli alimenti da mangiare dovremmo affidarci più all’istinto che alla moda del momento, perché il nostro corpo conosce ciò di cui necessita maggiormente in un dato momento.

Insomma, se un giorno abbiamo voglia di latticini, probabilmente questo succede perché il nostro corpo ha carenza di calcio o di altre sostanze contenute nel latte.

Dunque, se non mangiare fa ingrassare, a causa del rallentamento del metabolismo, dovrebbe essere vero il contrario, cioè mangiare fa dimagrire.

Sì, proprio così, per rimettersi in forma, occorre mangiare di tutto, ma non tutto insieme. Fondamentale è combinare bene i cibi tra loro, variando il più possibile, per fornire al nostro organismo tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno.

Le parole chiave per una corretta alimentazione sono: varietà e combinazione. E’ questo ciò che ritengono numerosi medici e nutrizionisti.

Mediawebserver

Esistono alcune regole basilari e semplici da seguire che ognuno di noi dovrebbe applicare quotidianamente e che ci permettono di abituarci a uno stile alimentare sano ed equilibrato, perché la dieta, così come la intendiamo e la facciamo un po’ tutti, è qualcosa di occasionale e di triste, che spesso iniziamo lunedì e abbandoniamo mercoledì a causa delle gravi rinunce a cui ci sottopone, ma uno stile alimentare è anche uno stile di vita, che, una volta acquisito, difficilmente perderemo.

La prima di queste regole è quella di bere molta acqua, fin dal mattino, possibilmente lontano dai pasti, perché bere tra un boccone e l’altro rallenta la digestione a causa della diluizione dei succhi gastrici. Importante poi è mangiare molte verdure, perché sono ricche di vitamine e di sali minerali; inoltre, costituiscono un’ottima fonte di fibre, che favoriscono il raggiungimento del senso di sazietà. E’ utile sapere che le verdure sono cibi “neutri”, cioè possono essere combinate liberamente con altri alimenti (carboidrati, proteine).

Altre regole basilari sono: fare una buona prima colazione, possibilmente a base di cereali integrali, frutta, latte o yogurt; fare due spuntini tra i pasti principali, per evitare di arrivare troppo affamati al pasto successivo e per tenere allenato il metabolismo; ridurre il sale, che provoca ritenzione idrica e occlude le arterie, e ridurre il condimento; infine, masticare a lungo i cibi. La masticazione, infatti, facilita la digestione e ci fa sentire rapidamente sazi.

E’ bene sfatare un mito particolarmente diffuso nella società occidentale, un germe nato negli Stati Uniti, si tratta dell‘errata, spesso isterica, convinzione che per dimagrire occorra consumare tante proteine ed eliminare i carboidrati.

Questi ultimi, invece, dovrebbero essere alla base della nostra alimentazione, perché ci forniscono energia. Sarebbe opportuno piuttosto introdurre una quantità giusta di carboidrati per garantire una corretta metabolizzazione delle proteine e per alimentare i muscoli e il cervello.

Per quanto riguarda le proteine, occorre sottolineare che anch’esse sono fondamentali, perché costruiscono i tessuti e riparano quelli danneggiati o invecchiati. Ma un eccesso proteico può affaticare gravemente gli organi interni, in particolare i reni, dal momento che la metabolizzazione delle proteine comporta la produzione di tossine.

Le proteine non fanno dimagrire, quelle in eccesso si trasformano in tessuto adiposo, soprattutto quando nell’alimentazione c’è una carenza di carboidrati.

Abbiamo rivolto alcune domande al Dott. Leonardo Pentivolpe, medico-chirurgo di Treviso, coordinatore della Società Scientifica di Ossigeno Ozono Terapia.

Dott. Pentivolpe, qual è la prima regola per una sana alimentazione?
“Una regola di primaria importanza è che ad ogni pasto ci sia la presenza dei tre macronutrienti (carboidrati, proteine e lipidi). Fondamentale poi è non saltare mai i pasti”.

4423946Quali sono le combinazioni alimentari da evitare?
“Bisogna evitare di introdurre nello stesso pasto proteine animali di diversa origine, ad esempio: carne e formaggi; carne e pesce; uova e pesce, e così via”.

Una dieta fai-da-te molto diffusa è quella dissociata, che prevede il consumo di carboidrati in un pasto e di proteine nel pasto successivo. E’ più opportuno consumare le proteine a pranzo o a cena?
“Le proteine andrebbero consumate sia a pranzo che a cena in piccole quantità, combinate con carboidrati e lipidi”.

Il calcolo delle calorie è utile nel controllo del peso corporeo?
“Si tratta di un discorso complesso, però possiamo dire in generale che, per realizzare il dimagrimento, occorre che il numero delle calorie introdotte sia inferiore a quello delle calorie consumate”.

Infine, non dimentichiamo che per dimagrire non basta seguire una dieta, per quanto corretta questa possa essere; occorre anche intervenire sul metabolismo, stimolandolo attraverso l’assunzione di determinati alimenti che lo accelerano, ma soprattutto attraverso il movimento, ovvero un’attività fisica che sia costante, moderata e prolungata.

A volte una dieta può farci stranamente riscoprire il piacere del cibo e questo può portarci a sua volta a riscoprire anche il gusto della vita.

11 commenti

  1. Noemi sei PREZIOSA:)


  2. Cara Noemi,evidentemente ti sei lasciata influenzare da tendenze,mode o qualsiasi altra leggenda metropolitana.Da medico ti posso dire che il surplus proteico non ingrassa,in quanto il destino metabolico di tali sostanze,se non utilizzate ed assorbite dall’organismo,è quello di essere eliminate tramite il contenuto fecale,l’urina ed in piccola parte anche dalla respirazione.Sopratutto NON si trasformano in tessuto adiposo;cosa che invece succede con tutti i carboidrati.Anche i grassi,fanno fatica ad accumularsi ed il loro eventuale rischio per la nostra salute dipende solo dal fatto che possono farci aumentare il contenuto di trigliceridi e di colesterolo cattivo nel sangue.Un saluto Dr Bettagno


    • Gentile Dott. Bettagno,
      La ringrazio per avere lasciato il Suo commento, fornendo il Suo parere di esperto. Tuttavia, devo precisare che io, da giornalista, non mi sono fatta influenzare da nessuna moda o tendenza, lo scopo del mio articolo era quello di informare il più possibile in modo corretto circa un argomento che interessa a moltissimi miei lettori.
      In esso non esprimo miei pareri o opinioni. Ho intervistato un Suo collega medico che ha la mia massima stima, il dott.Leonardo Pentivolpe, spesso intervistato da prestigiose riviste nazionali di salute e bellezza.
      Cordiali saluti.
      Noemi Azzurra Barbuto.


  3. sono ester da genova ho 56 anni peso 69 kg alta155 non riesco a dimagrire come mai 20 anni fa in 4 mesi son riuscita a perdere 13kg in 4 mesi mi aiuti grazie


  4. Desidererei un chiarimento su una scuola di pensiero molto diffusa secondo cui non bisognerebbe mai associare amidi con proteine e Men che meno con zuccheri (quindi escludendo la frutta) nell’ambito di uno stesso pasto. Gli enzimi necessari per digerire gli amidi, predigeriti con una buona masticazione accompagnata dalla produzione di ptialina, entrerebbero in contrasto con quelli attivati per digerire le proteine (carne, pesce, uova e formaggi). Chi ha ragione? Grazie. Giorgio.


  5. Salve sono una ragazza di 18 anni alta 1.55 cm e di peso sceso da 57 kg a 48 kg… Volevo sapere se sono in peso forma o in sottopeso e se possibile vorrei sapere come poter mangiare bene senza ingrassare più… La mattina faccio un buona colazione a base di uno yogurt magro con dei cereali integrali e del miele+ due fette di pane tostato intgrale con della marmellata e da bere un the verde caldo,spuntino un frutto, pranzo 80 grammi di pasta con pomodoro e basilico una fetta di carne o rossa o bianca e verdure oppure condisco la pasta con delle philadelphia e verdura senza mangiare un secondo oppure fccio un piatto unico di pasta con ad esempio del tonno e fagioli, a merenda mangio un frutto o uno yogurt magro con della frutta, a cena o pesce o carne bianca o rossa due fette di pane integrale e verdura … A fine di ogni pasto principale accompagno della frutta uso olio extra vergine (due giri) e non uso sale ma solo spezie…. Va bene questo modo di mangiare i sbaglio qualcosa??


  6. Superb blog! Do you have any recommendations for aspiring
    writers? I’m hoping to start my own blog soon but I’m a little lost
    on everything. Would you recommend starting with a free
    platform like WordPress or go for a paid option? There are so many
    choices out there that I’m completely overwhelmed .. Any recommendations? Thank you!


    • Grazie di vero cuore. Con wordpress io mi sto trovando bene, quindi ti suggerirei questo. Ma il consiglio più importante che voglio darti è di iniziare subito, non rimandare ancora. Scrivi, scrivi, scrivi. 🙂
      A presto.
      Noemi.


  7. But, then as you have limited choices for a no-carb breakfast
    menu, you can take into account these as breakfast
    possibilities.


  8. Navy maintains no such experiment occurred. Only in the final decade
    has there been an explosion on solar conversion technology.


  9. salve sono una signora di 52 anni alta 1.56 ,peso 55 chili vorrei sapere se è il mio peso fora. ma io vorrei dimagrire x arrivare a 52 chili , sofrò di mal di gambe e non riesco a dormire mi può dare un consiglio grazie



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: